venerdì 20 febbraio 2015

PADRE PUGLISI FRA I PATRONI DI PALERMO: RASSEGNA STAMPA E ADESIONI

Un'immagine della cerimonia di beatificazione di padre Pino Puglisi


In questo post riassumiamo la rassegna stampa e le prime adesioni all'iniziativa per inserire il Beato Pino Puglisi tra i patroni della città di Palermo. Se volete leggere l'articolo che ha dato il via alla campagna potete cliccare qui
Hanno dato notizia dell'iniziativa Avvenire, agenzia Sir, Giornale di Sicilia, www.gds.it (circa 400 condivisioni nelle prime 24 ore), Tgs, Trm, La Sicilia, Gazzetta del Sud, agenzia Ansa, agenzia Italpress, Corriere del Mezzogiorno. Tra le testate on line: Livesicilia.it, SiciliaInformazioni, BlogSicilia, Resapubblica, Sicilia Journal, La Gazzetta Palermitana, Palermomania, Palermo Today, Il Fogliettone, StrettoWeb, Infonews24, Rosalio, CosedafareinSicilia, www.eucarestiamafiosa.it, I Sicilianigiovani, Telejato, Dieci e venticinque, Centro Pio La Torre e altre ancora.

Ecco la notizia su Avvenire




Qui sotto l'articolo pubblicato dal Giornale di Sicilia

----------------------------------------------------------------
"PADRE PUGLISI FRA I PATRONI DI PALERMO": PETIZIONE SU INTERNET
Appello alla Chiesa. Iniziativa on line sul blog dedicato al Beato ucciso dalla mafia e su facebook. Il sindaco Orlando aderisce e svela: ne avevo già scritto a Bergoglio

di Alessandra Turrisi
Una petizione on line per chiedere di inserire il beato Pino Puglisi tra i patroni di Palermo. È la nuova iniziativa lanciata su internet dal blog dedicato al sacerdote (www.beatopadrepuglisi.it), curato dal giornalista Francesco Deliziosi, amico e allievo del sacerdote ucciso dalla mafia a Brancaccio nel 1993.
Un appello a cui aderisce subito il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, rivelando di avere già inviato mesi fa una lettera a Papa Francesco per lanciare questa idea. Chi vuole aderire alla petizione può lasciare un messaggio sul blog (che ha registrato oltre 15 mila contatti in pochi mesi) o cliccare «mi piace» sulla pagina facebook «Beato Giuseppe Puglisi». 
È Nicola Filippone, preside dell’istituto Don Bosco di Palermo e autore di numerosi studi sul beato Puglisi, a spiegare l’importanza di annoverare anche il sacerdote martire tra i patroni del capoluogo siciliano. «L’inserimento di 3P tra i patroni — scrive Filippone sul blog — suggellerebbe in maniera definitiva l’estraneità dei mafiosi alla fede cristiana. Anche perché risulta dalle dichiarazioni dei collaboranti che la punciuta, ossia il rito con cui si entra in Cosa nostra, avviene tenendo in mano l’immagine del santo protettore della città. E mi chiedo, come potrebbe un aspirante uomo d’onore invocare l’aiuto di chi è diventato santo per avere combattuto la mafia?». La scelta dei patroni cittadini (in genere santi del luogo ma anche beati, come testimoniano tanti casi anche in Sicilia) nella Chiesa cattolica è regolata dalle Normae de patronis constituendis, promulgate il 19 marzo 1973 da papa Paolo VI. Vi si stabilisce che la scelta del patrono spetta a coloro che vogliono affidarsi alla sua protezione.
Si tratta in pratica di una decisione che prende il vescovo locale, dopo aver consultato il clero della città e gli organismi pastorali. Ma nelle norme di Montini un ruolo importante è affidato soprattutto al popolo dei fedeli, che è esplicitamente chiamato a esprimersi, se necessario anche mediante pubbliche consultazioni. Come a voler dire «vox populi, vox Dei». Una volta presa la decisione da parte della diocesi, la ratifica finale e obbligatoria è poi affidata a un provvedimento della Congregazione per i Riti in Vaticano. Se l’appello dovesse andare a buon fine e percorrere tutto questo iter, padre Puglisi andrebbe ad affiancarsi come compatrono di Palermo a Santa Rosalia e San Benedetto il Moro, oltre alle sante venerate ancora più anticamente: Agata, Ninfa, Cristina e Oliva.
 Immediata la reazione del sindaco Orlando: «Non solo condivido e aderisco all’iniziativa, ma dico anche che l’amministrazione di Palermo si è già mossa in tale direzione, inviando tramite la mia persona, una missiva al Sommo Pontefice lo scorso 29 settembre 2014».
Orlando aggiunge anche di aver ricevuto una risposta: «La Segreteria di Stato di Papa Bergoglio, con nostra grande gioia, ci ha risposto il 18 novembre dell’anno scorso, comunicandoci che “circa l’istanza da lei formulata, mi pregio di informarla che la suddetta lettera, fatta oggetto di considerazione da parte del Santo Padre, è stata trasmessa per competenza alla Prefettura della Casa pontificia“. “Per quanto riguarda la richiesta — si legge ancora nella lettera di risposta della Segreteria di Stato — è bene che essa sia studiata ed avanzata, in accordo con l’autorità ecclesiastica locale”». Per il sindaco, «poter annoverare fra i patroni di Palermo il beato padre Pino Puglisi sarebbe un grande privilegio e un segnale di liberazione, non solo per i giovani e per i poveri. Sono certo che l’intera città di Palermo e i siciliani tutti condividono tale proposta». 
Giornale di Sicilia 29 febbraio 2015
------------------------------------------------------------
Un servizio video con interviste è stato dedicato all'iniziativa anche dalla testata giornalistica fanpage.it. Lo trovate cliccando qui
-------------------------------------------------------------
Un articolo di Pippo Russo su livesicilia.it centra le motivazioni alla base della campagna e i tanti motivi condivisibili anche per i laici. Si può leggere cliccando qui
----------------------------------------------------------------------------

Tra le adesioni, come si legge nell'articolo, quella del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Nelle prime 48 ore circa 500 sono arrivate attraverso il blog che state leggendo e 101 sono stati i "Mi piace" sulla pagina facebook "Beato Giuseppe Puglisi".
Nell'impossibilità di elencare tutti i nomi di chi ha aderito, riportiamo qui i messaggi di approvazione che abbiamo ricevuto:

Leoluca Orlando: "Poter annoverare fra i patroni di Palermo il beato padre Pino Puglisi sarebbe un grande privilegio e un segnale di liberazione, non solo per i giovani e per i poveri. Sono certo che l’intera città di Palermo e i siciliani tutti condividono tale proposta"

Padre Paolo Fiasconaro: Sono subito pronto per dare la mia adesione a questa iniziativa congiunta tra comunita' ecclesiale e comunita' civile...anche per dare un messaggio concreto agli uomini di mafia che hanno ucciso 3P e a tutti gli operatori della criminalità' organizzata. Sarà' certamente un esempio per le giovani generazioni e per tutti i siciliani onesti!

Eugenio e Cettina D'Alleo: Auspichiamo un grandissimo numero di adesioni!!! Speriamo che presto possa proteggere Palermo assieme alla Santuzza!!!

Vincenzo Romano: Speriamo che lo facciano presto santo, ne abbiamo bisogno a Palermo e anche a Brancaccio

Michele Trichilo: Degnissimo compatrono di Palermo....

Rosalba Peligra: Condivido totalmente e hai ragione: come potrebbe un aspirante uomo d'onore invocare l'aiuto di 3p?

Crocifissa Provenzani: Condivido con gioia, ovviamente

Conny Maggiore: CHE GRANDE GIOIA SAREBBE!!!! SPERIAMO LA PROPOSTA VENGA ACCOLTA DA TUTTE LE PARTI CHE DEVONO DECIDERE E CHE DIVENTI PRESTO REALTA'. BEATO PADRE PINO PUGLISI ... PALERMO TUTTA E' CON TE!!!

Enzo Gallo: Compatrono!!!

Adriana Rossella Bellavia: Se dovessimo chiedere un parere a don Pino, penso che, per l'umiltà che lo caratterizzava, non accetterebbe onori... ma noi cristiani desideriamo ricordarlo in tutti i modi possibili, a futura memoria...

Kelleddu Burrai: Sarebbe un grande esempio moderno per tutti come pastore e come uomo, e Dio sa se ne abbiamo bisogno!

Girolamo Ribaudo: Io non sono nessuno, ma la mia idea è che sia non solo patrono di Palermo. ma anche dei sacerdoti che lo prendano come esempio . Il buon pastore che da la vita per il suo gregge.

Sina Barsalona: Grande Padre Puglisi!

Salvo Ognibene: Piena condivisione dei motivi e delle finalità di questo appello

Rita D'Andrea: Io e la mia famiglia aderiamo con gioia,che presto diventi patrono di Palermo il beato padre Pino

Giuseppe Dragotta: mi sono occupato di San Benedetto il Moro, condivido la idea di Puglisi santo compatrono di Palermo. La città ha bisogno di ...tanti santi per farla uscire dal torpore e grigiore in cui siamo caduti...purtroppo

Oggi ho letto della sua iniziativa, e della lettera del sindaco 
Orlando, sono orgoglioso di voi.
Gaetano Bajamonte

 Sarebbe un grande onore per i cittadini di Palermo Puglisi Patrono di Palermo: sarebbe meraviglioso

Fabio Di Donna

Io ci sono. Don Puglisi, prega per noi!
Rita Pinna

W don Puglisi
Pier Luigi Galvani
Liana De Conteris

Un mi piace per lo zio Pino patrono di Palermo!

Fabrizio Nocifora-I love Pino


Diffondiamo!
Antonio Raffaele

Certo che sì
Daniela Di Benedetto


Anch'io do la mia adesione
Salvatore Marchione

Do la mia adesione
Lisanna Genuardi

Martire "moderno",dei giorni nostri. Vero Testimone di fede cristiana.
Maria Demichele

9 commenti:

  1. rita d'andrea:20 febbraio 2015 10:44

    Io e la mia famiglia aderiamo con gioia,che presto diventi patrono di Palermo beato padre pino Puglisi.

    RispondiElimina
  2. 3 P compatrono? Lui non sarebbe d'accordo, ma la sua testimonianza si.
    Adriana

    RispondiElimina
  3. L'uccisione di Padre Puglisi non lo ha fatto scomparire, come speravano i suoi assassini, ma lo ha reso più presente in mezzo a tutti noi. Ora tutti lo conoscono e possono arricchirsi, apprendendo i suoi insegnamenti. Grazie Padre Pino Puglisi!
    Maria Luisa Colonna Romano

    RispondiElimina
  4. l'esempio che pochi vedono
    Sonia Fiacconi

    RispondiElimina
  5. Sante parole, ma purtroppo, succede spesso che tanti sacerdoti non siano disposti a darsi agli altri. Le parole del Papa Francesco sono molto scomode, per chi non è capace di amare la propria comunità. Che il Signore li guidi in questa loro scelta di Amore e Sacrificio!
    Rosalba Spotorno

    RispondiElimina
  6. BEATO DON PUGLISI PREGA PER NOI!
    Rita Pinna

    RispondiElimina
  7. In unione di preghiera perchè padre Puglisi possa essere oltre che patrono di Palermo, patrono ed esempio anche per tutti i nostri pastori. Chiediamo anche che dalla finestra del cielo, preghi e interceda per tutti noi.
    Suor Maria Caterina Gloria Lombardelli

    RispondiElimina
  8. Condivido l'iniziativa. La persona di padre Puglisi deve essere un esempio per noi e per i nostri giovani!
    Segreteria Ranchibile

    RispondiElimina